Ecco le regole d’oro del barbecue estivo perfetto per una grigliata da chef

barbecue

Il periodo estivo segna l’inizio delle serate in compagnia di amici e famiglia. E non c’è nulla di meglio del barbecue per chi ha un giardino o un terrazzo. La grigliata è un momento amato da tutti, ormai anche dai vegetariani. Infatti, alla carne si accompagnano verdure grigliate, bruschette, frutta, formaggio fuso e molto altro.

Però, se si decide di fare il barbecue bisogna conoscere tutti i segreti della grigliata perfetta. Il punto di partenza è preparare la brace e accenderla. Dunque, ecco le regole d’oro del barbecue estivo perfetto per una grigliata da chef. In questo modo arricchiremo la nostra festa di pietanze succulente senza rischiare danni e cattive figure.

Dalla brace alla griglia

Il miglior modo per organizzare un barbecue all’aperto è avere la griglia perfetta. In vendita ci sono moltissimi modelli, adatti per ogni circostanza e bisogno. Esistono barbecue elettrici, a gas o quelli tradizionali con la carbonella. Poi ci sono modelli portatili, da cucina, fissi etc.

L’acquisto dipende dallo spazio a disposizione e dove vogliamo posizionare il barbecue. Sicuramente se stiamo pensando a un picnic servirà un barbecue portatile non troppo ingombrante. Dopo il barbecue dobbiamo scegliere la carbonella giusta e prepararla correttamente.

Ecco le regole d’oro del barbecue estivo perfetto per una grigliata da chef

La regola d’oro della preparazione della brace è trovare una carbonella di qualità. Lasciamoci consigliare, anche se non saremo mai sicuri del risultato prima di averla accesa. Posizionata poca carbonella sul fondo del barbecue, bisogna procurarsi dei legnetti e dei pezzi di carta. Creiamo una fiammella col giornale e posizioniamo i rametti secchi.

Aggiungiamo un po’ di carbonella e aspettiamo che diventi rossa. La prova che è ben rovente l’abbiamo quando riusciremo ad accenderne un altro pezzo. Un trucco fantastico consiste nel bruciare rametti misti di erbe aromatiche. Si ottiene un effetto affumicato ottimo per carni e per il pesce.

Che si tratti di pesce, di carne o di verdura, la marinatura è fondamentale. Possiamo usare un semplice mix di olio, limone, erbe aromatiche, aglio o miscele più complesse. La marinatura consente di ammorbidire le carni, di garantire l’esplosione di sapori ma soprattutto di mantenere l’umidità degli alimenti. Un errore grave è aggiungere il sale prima o durante la cottura.

L’ultima regola dice che una brace molto forte è ottima per cibi di piccole dimensioni. Al contrario, cibi più sostanziosi hanno bisogno di un fuoco più tenero e di non stare a contatto con la brace. Infatti, se il grasso della carne oppure la marinatura cade e schizza sulla brace, si potrebbe rischiare di carbonizzare il cibo. Ovviamente le verdure vanno posizionate molto lontane dalla brace e cotte lentamente per non carbonizzarsi.

Consigliati per te