Ecco finalmente spiegato come bollire le uova per farle sode, morbide barzotte o alla coque

barzotto

Forse ci sono alcune preparazioni della cucina che si danno per scontate, anche quando di scontato non c’è proprio niente. Infatti, come abbiamo imparato a cucinare la pasta, abbiamo bisogno di capire come cucinare le patate o anche un semplice uovo. Fortunatamente, si tratta di uno dei procedimenti più semplici della cucina. Allo stesso tempo, bisogna rispettare delle tempistiche ben precise. Quindi, ecco finalmente spiegato come bollire le uova per farle sode, morbide barzotte o alla coque.

Senza contare che l’uovo non è affatto un alimento da sottovalutare nella nostra dieta. Anzi, se consumato nelle giuste quantità, può aiutarci a dimagrire e rimanere in forma.

Come cuocere un uovo sodo (metodo 1)

La bollitura per l’uovo sodo è quella più adatta alle uova che abbiamo in casa da più tempo. Infatti, dopo circa una settimana, il loro pH aumenta e perdono umidità. Questo ci renderà molto più facile sgusciarle una volta pronte. Allo stesso tempo, stiamo attenti a non esagerare coi tempi finendo per consumare un uovo ormai non commestibile. Per saperlo, basta immergerlo nell’acqua. Se galleggia, vuol dire che è ormai da buttare.

Adesso, possiamo scegliere uno dei 2 metodi di cottura. Nel primo, le uova andranno messe in pentola insieme all’acqua. Nel secondo, dovremo aspettare che questa bolla.

Partiamo con il primo, disponendo le uova sul fondo della pentola lasciando che abbiano uno spazio fra loro. Copriamo le uova con almeno 3 cm d’acqua a temperatura ambiente. Pare poi che aggiungendo 5 ml di aceto o un cucchiaino di sale si possa evitare la rottura del guscio durante la cottura. Portiamo l’acqua a bollore e poi calcoliamo 9 minuti di cottura per ottenere un uovo sodo. Ora non ci resta che scolarle e raffreddarle con l’acqua fredda. Adesso, sarà molto più facile sgusciarle.

Come cuocere un uovo sodo (metodo 2)

Nel secondo metodo è importante tirare le uova fuori dal frigo con diverso anticipo. Nel frattempo, mettiamo dell’abbondante acqua a bollire. Una volta raggiunto il bollore, immergiamo le uova con un cucchiaio con grande delicatezza. Lo sbalzo di temperatura e qualche piccolo urto, infatti, potrebbero rompere il guscio. A questo punto, non ci resta che aspettare 8 minuti per poi scolare e raffreddare le uova.

Ecco finalmente spiegato come bollire le uova per farle sode, morbide barzotte o alla coque

Se preferiamo una consistenza diversa per le nostre uova, ci basterà regolare i tempi di cottura. Ad esempio, per ottenere delle uova barzotte dovremmo fare in modo che il tuorlo rimanga più morbido, non cuocendosi completamente. Per questo, possiamo utilizzare uno dei due metodi descritti sopra, contando 5 minuti dopo il bollore. Se invece desideriamo che l’uovo rimanga morbido e col tuorlo crudo, dovremo aspettare solo 1 minuto dal bollore. Avremo così ottenuto un godurioso uovo alla coque!

Se poi non sappiamo cosa fare coi gusci, possiamo riutilizzarli in giardino o nell’orto senza cadere nei falsi miti.

Consigliati per te