È il momento di provare le vellutate d’autunno

vellutate

Con i primi freddi si preparano le vellutate, piatti più confortanti, sani e profumati, di sicuro successo per l’aroma stuzzicante delle spezie. Ecco cinque proposte leggerissime e sane, da preparare con l’aiuto degli esperti della redazione Cucina di Proiezioni di Borsa.

L’allegria delle verdure gialle

Ecco una passata di carote e zucca da profumare con semi di cumino, che richiede pochi minuti di preparazione. Con cipolla olio e cumino, si mettono a rosolare le carote tagliate a pezzetti e i cubetti di patate, con i semi di cumino. Coprire, quindi, con il brodo vegetale. Quando le verdure sono ben cotte, si aggiunge il sale e si passa al mixer. Servire la vellutata con una grattata di pepe nero e un pizzico di paprika.

Colore, sapore e morbidezza

È il momento di provare le vellutate d’autunno. Il profumo del curry e dei funghi champignon si uniscono nella vellutata, da preparare con 2 etti di patate e il doppio di funghi. Servono anche 400gr di brodo, uno spicchio d’aglio e un cucchiaio di curry. Si rosolano aglio, olio, patate e funghi in poco olio. Coprire con il brodo vegetale e poi passare al mixer aggiungendo un cucchiaino di curry. Servire con prezzemolo tritato e qualche fungo tenuto da parte.

È il momento di provare le vellutate d’autunno

Porri e patate rosolano in una padella con la cipolla in olio di oliva. Insaporire con una grattata di noce moscata e pepe nero. Coprire con il brodo vegetale, portare a cottura coperto e poi passare al mixer. Tagliare alcuni pezzetti di salsiccia calabra o chorizo, dorarli in padella e utilizzarli per decorare la vellutata insieme a prezzemolo e crostini di pane. Per la vellutata di topinambour, bisogna tagliarli a tocchetti e saltarli in olio aglio e cipollotto, per qualche minuto. Coprire con brodo vegetale, aggiustare di sale e portare a cottura. Passare al mixer, servire con chips di patate o di topinambour che si fanno rosolare in forno su carta oleata, appena spennellata d’olio.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te