Dovremmo evitare questi errori con l’asciugacapelli, se non vogliamo ritrovarci con i capelli come paglia

capelli

L’asciugatura è un passaggio importantissimo nella nostra beauty routine dopo un buono shampoo. Iniziamo col dire che il primo passaggio con l’asciugamano va eseguito in modo non troppo energico. Il capello bagnato va tamponato mai strofinato. Quando la nostra chioma è bagnata, è più facile che si rovini, pertanto andare a frizionarla troppo, produrrebbe un indebolimento dello stelo. Vediamo però come si asciugano correttamente per evitare l’effetto crespo o la carica elettrostatica.

Dovremmo evitare questi errori con l’asciugacapelli, se non vogliamo ritrovarci con i capelli come paglia

Il primo errore che commettiamo è la temperatura dell’asciugacapelli. Spesso pensiamo di accorciare i tempi, impostando una temperatura elevata ma questo è uno dei motivi dell’effetto crespo. Iniziamo alla minima temperatura, anche sul grado dell’aria fredda, se vogliamo, e poi aumentiamo gradualmente.

La protezione

Erroneamente pensiamo che il termo protettore vada usato  solo se si utilizzi la piastra. In realtà non è così. Qualsiasi procedimento che eroghi calore sui capelli deve esser preceduto da uno spray protettivo. Quindi anche se impieghiamo casco, asciugacapelli o cuffia dobbiamo proteggere gli steli per non bruciarli. Andrà benissimo, ad esempio, anche qualche goccia di olio d’Argan.

Il phon giusto

Per non avere capelli come stoppa meglio scegliere un asciugacapelli agli ioni che idratano il capello mentre asciugano. Se non ne disponiamo meglio asciugarli con il diffusore. Se fossimo in viaggio e avessimo scordato il diffusore, procediamo con questo trucchetto. Indossiamo una maglia a maniche lunghe e poi leviamola togliendo le braccia dalle maniche. Lasciamola a metà e posizioniamo il collo della maglia sulla fronte. Introduciamo il becco del phon in una manica e lasciamo che la maglia si gonfi con l’aria calda. Sarà un ottimo sostituto del diffusore.

La distanza di sicurezza e l’alternanza caldo/freddo

La distanza corretta a cui tenere il phon è stimata in 15/20 centimetri. Inoltre gli hair stylist consigliano l’alternanza aria fredda/calda/fredda. L’aria fredda chiude le cuticole e completa l’asciugatura.

La spazzola giusta

Per quanto riguarda l’asciugatura occorre usare una spazzola con setole naturali. Uno spazzola tonda servirà per asciugare ciocca a ciocca la chioma. Ricordiamo che questa asciugatura non riguarda lo styling che avverrà in un secondo momento con prodotti fissativi, spazzole, piastre e arricciacapelli.

Ultimo consiglio: nel caso ci fosse ancora troppa energia elettrostatica e i capelli iniziassero a svolazzare si potrebbe rimediare così. Basterà passare un panno monouso elettrostatico per la polvere sulla lunghezza della chioma ed il problema sarà risolto.

Dovremmo evitare questi errori con l’asciugacapelli, se non vogliamo ritrovarci con i capelli come paglia, prevenendo l’effetto crespo.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te