Dove i contributi a sostegno dei settori colpiti dal blocco attività sono fino a 7.000 euro

sostegno

Ecco dove i contributi a sostegno dei settori colpiti dal blocco attività sono fino a 7.000 euro.

L’operazione oggetto del presente approfondimento va sotto il nome di “Sostegno per l’agriturismo e le fattorie didattiche”. È infatti quasi superfluo rimarcare i danni conseguenti all’interruzione delle attività, dall’inizio del periodo di diffusione del Covid-19. Tra le realtà più colpite le aziende agricole che hanno messo in atto investimenti per la diversificazione dell’attività. Rientrano nel novero, gli agriturismi e le fattorie didattiche.

Le disposizioni di chiusura delle attività e le continue e crescenti restrizioni alla circolazione delle persone, hanno portato ad una pioggia di disdette delle prenotazioni. Nonchè ad una caduta progressiva delle nuove prenotazioni e presenze. L’intervento, di cui in narrativa,  è quindi finalizzato a fornire liquidità alle imprese per dare continuità alle attività aziendali. Vediamo  quindi, in dettaglio, dove i contributi a sostegno dei settori colpiti dal blocco attività sono fino a 7.000 euro.

Chi sono i beneficiari del bando “Sostegno per l’agriturismo e le fattorie didattiche”

Tale misura “una tantum” si applica sull’intero territorio della Regione Sicilia. Trattasi infatti di un aiuto locale cumulabile con gli aiuti di Stato. I beneficiari possono suddividersi in due macro-gruppi così come segue:

a) agricoltori, singoli o associati, titolari di aziende agricole che esercitano attività agrituristica e che risultano iscritte agli elenchi regionali;

b) agricoltori, singoli o associati, titolari di aziende agricole che esercitano attività di azienda e/o fattoria didattica e che risultano iscritte agli elenchi regionali.

Condizioni di ammissibilità

Hanno titolo per ottenere il sostegno le imprese agricole che, alla data di presentazione della domanda di sostegno, presentano le seguenti condizioni:

a) sono iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA);

b) sono iscritte negli elenchi degli agriturismi o delle aziende/fattorie didattiche della Regione Siciliana;

c) hanno il fascicolo aziendale, aggiornato e validato, entro la data di presentazione della domanda di sostegno;

d) hanno dato avvio a tale attività entro il 31 dicembre 2019;

e) risultano attive alla data di presentazione della domanda di sostegno;

f) non sono imprese da reputarsi in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019, (ad eccezione delle microimprese o delle piccole imprese).

Livelli di aiuti

Il sostegno è concesso in forma di contributo in conto capitale. La sua erogazione avverrà sotto forma d’importo forfettario alle imprese agricole beneficiarie. L’importo massimo del sostegno è determinato nella misura di  7.000 euro a beneficiario, mentre la soglia minima è di 500 euro. Quanto ai criteri di calcolo, va detto che l’importo del contributo pubblico per ogni impresa (agrituristica o aziendae/o fattoria didattica) sarà pari al 70% con riferimento al fatturato specifico dell’anno 2019. Pertanto, l’importo riconosciuto sarà erogato in misura proporzionale alla percentuale di riduzione del fatturato.

Tempi e procedura

Le domande di partecipazione al bando, al fine di ottenere il sostegno economico, dovranno essere presentate e rilasciate sul portale SIAN. Il lasso di tempo utile per attivarsi, in tal senso, va dal 16/10/2020 fino al 5/11/2020. Per una visione integrale del bando, questo è il link di riferimento. Ecco dunque dove i contributi a sostegno dei settori colpiti dal blocco attività sono fino a 7.000 euro.

Consigliati per te