Dove andare a Pasqua all’estero, 3 località economiche in Europa tra arte e spiagge per fare il primo bagno

turismo

Quest’anno Pasqua sarà il 17 aprile e se avessimo in mente di trascorrere un weekend lontani dalla nostra città, non sarebbe troppo presto per iniziare a programmare.

Così potremmo procedere con calma, far girare il mappamondo e trovare la nostra prossima destinazione, per conoscerla e iniziare ad organizzare itinerari e spostamenti.

Poi, si sa, prima prenotiamo il viaggio più abbiamo probabilità di risparmiare.

Con l’articolo di oggi lasceremo l’Italia per volare su tre mete europee che si possono visitare anche in 48 ore e spendendo poco.

Inoltre, potremo respirare una boccata d’aria calda, immergerci in un clima quasi estivo e magari, con la complicità del sole, fare un tuffo a mare.

Indice dei contenuti

Dove andare a Pasqua all’estero, 3 località economiche in Europa tra arte e spiagge per fare il primo bagno

La prima meta che potremo raggiungere si trova in Grecia, ma non è la tipica Santorini o Mykonos.

Si tratta di un’isola, una delle più grandi del Mediterraneo, impregnata di miti e con un’atmosfera che sembra un incanto.

La sua forma è stretta e lunga ed è immersa tra due mari che sono l’Egeo e il Libico.

L’isola di Creta è uno spettacolo della natura, con spiagge mozzafiato, mare cristallino e pezzi d’arte che raccontano un passato affascinante.

Tra le cose da vedere, potremmo appuntarci:

  • Iraklio o Candia, capoluogo di regione, e il Museo Archeologico;
  • Chanià, la piccola Venezia;
  • Palazzo di Cnosso e palazzo di Festo;
  • spiaggia di Elafonissi;
  • Laguna di Balos, i Caraibi del Mediterraneo.

Lo stato più piccolo dell’Unione Europea

Questo è sempre un’isola nel cuore del mar Mediterraneo ed è Malta.

La sua atmosfera è tranquilla di giorno e decisamente più festaiola la sera, con così tanti locali e ristoranti da avere l’imbarazzo della scelta.

Un altro punto a suo favore è che si parla anche l’italiano e quindi, se non fossimo esperti con l’inglese, potremmo non avere difficoltà.

Tappe imperdibili da inserire nel nostro itinerario sarebbero:

  • La Valletta con la Concattedrale di San Giovanni e i giardini di Barrakka;
  • Mdina e la vicina Rabat;
  • Sliema;
  • templi megalitici a Gozo, Patrimonio dell’umanità UNESCO;
  • le spiagge Golden Bay, Paradise Bay e Laguna Blu a Comino.

Una città

Infine, abbandoniamo le terre interamente circondate dal mare per immergerci in un’atmosfera più cittadina ma sempre marinaresca.

Questa città è conosciuta con il soprannome “Perla dell’Adriatico”, ma il suo nome vero è Dubrovnik o Ragusa.

Ci troviamo in Croazia, a un passo dall’Italia, e a Dubrovnik, ad aprile, le temperature possono già sfiorare i 30 gradi.

Per questo, non dovremmo rinunciare a fare una capatina nelle spiagge di Banje, Copacabana e Sveti Jakov.

In città, invece, ecco dove potremmo andare e cosa vedere:

  • Stradum o Placa, il corso principale;
  • Forte di Lovrijenac;
  • le mura della città;
  • Palazzo Sponza;
  • War Photo Limited;
  • la Cattedrale dell’Assunzione della Vergine.

Allora, ecco dove andare a Pasqua all’estero valutando una di queste tre mete bagnate dal mar Mediterraneo, con clima caldo, mare limpido e gioielli d’arte.

Approfondimento

Quest’antichissimo villaggio europeo sembra uscito da una fiaba e dovremmo visitarlo almeno una volta nella vita, proprio in primavera

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te