Diritto al rimborso del biglietto in caso di volo cancellato

compagnia aerea

Si pensi all’eventualità che la compagnia aerea cancelli il volo all’ultimo momento, come di sovente è accaduto durante il periodo di emergenza sanitaria. Nella comunicazione, normalmente, la compagnia, dichiara che la cancellazione è dipesa da cause indipendenti dalla sua volontà. A questo punto, si ci chiede se abbiamo il diritto al rimborso del biglietto, in caso di volo cancellato. Vediamo sul punto cosa stabilisce la legge.

Quali sono i diritti del passeggero

In caso di cancellazione del volo, la normativa prevede che si ha diritto:

1) al rimborso del prezzo del biglietto;

2) al volo alternativo o di ritorno;

3) all’assistenza, nel senso che la compagnia deve provvedere ad una sistemazione in albergo oppure ai buoni pasto, alle spese di trasporto, ecc.;

4) al risarcimento, nel caso in cui il passeggero venga informato della cancellazione del volo all’ultimo momento, ossia a meno di 2 settimane prima della partenza. I 4 diritti appena indicati non sono alternativi ma si tratta di tutele che vanno riservate al passeggero in via cumulativa. Infatti, ad esempio, può accedere che il volo viene cancellato ma differito di alcune ore. In tal caso, il vettore è tenuto ad offrire un volo alternativo ma anche l’assistenza della sistemazione in albergo e dei buoni pasto e trasporto. Quindi, tutto quanto necessario per sopperire all’inadempimento nell’esecuzione del servizio di trasporto. Certamente, però, se si decide di avvalersi del volo alternativo, non si avrà, poi, il diritto al rimborso del biglietto per il volo cancellato. Ma vediamo, nella pratica, come fare richiesta del rimborso del prezzo del biglietto.

Rimborso del volo cancellato

Sul punto relativo al diritto al rimborso del biglietto in caso di volo cancellato, si devono osservare le seguenti indicazioni. Anzitutto, per fare richiesta di rimborso, occorre avere a portata di mano: il biglietto, il codice di prenotazione e la carta di credito utilizzata per l’acquisto del volo. Con questi dati, si può inoltrare comodamente la richiesta online. Basta solo andare sul sito ufficiale della compagnia e cliccare nella sezione prevista per il rimborso, dove verrà richiesta la compilazione di un apposito modulo. In particolare, in occasione dell’emergenza sanitaria, molte compagnie hanno imposto ai propri passeggeri un voucher da utilizzare per acquistare altri voli entro 12 mesi.

Su tale pratica scorretta, è intervenuta oltre alla Corte di Giustizia, di recente, anche l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC). Esso ha chiarito che chi ha subito la cancellazione del volo, ha diritto al rimborso del prezzo del biglietto aereo da parte della compagnia. Resta, tuttavia, la facoltà (e non già l’obbligo) di optare per il voucher, che rappresenta un’alternativa al rimborso del biglietto. In conclusione, se il volo viene cancellato e la compagnia non offre un volo alternativo, il passeggero deve ricevere il rimborso del biglietto.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te