Dichiarazione dei redditi 2020: come fare per non arrivare impreparati

dichiarazione dei redditi

 Tutti coloro che hanno percepito un reddito nel corso dell’anno precedente, sono tenuti a compilare la Dichiarazione dei Redditi 2020. La compilazione del documento fiscale è obbligatoria per tutti i contribuenti. Quest’anno, sono state introdotte delle novità e vediamo insieme come fare per non arrivare impreparati.

Date e scadenze

La Nuova Legge di Bilancio ha stabilito che la scadenza per la presentazione del modello 730 precompilato è fissata per il 23 luglio prossimo. Il 730 ordinario, invece, può essere consegnato entro il 7 luglio. Attraverso questi modelli sarà possibile compilare la dichiarazione ed inviarla direttamente all’Agenzia delle Entrate. Ogni utente potrà rivolgersi ad un commercialista o ad un ufficio Caf per la compilazione, oppure effettuare la dichiarazione in autonomia previa accettazione del modello 730 precompilato.

Modello precompilato

Come fare ad accedere al servizio telematico? Tutti coloro che sono in possesso del PIN di accesso alla propria area personale sul portale dell’Agenzia delle Entrate, avranno a disposizione il modello precompilato dal 15 aprile fino al 02 maggio. Da quest’ultima data, potranno agire sui dati modificando o integrando le spese. Una volta inserite tutte le voci, l’utente potrà accettare il modulo ed inviarlo per via telematica all’Agenzia delle Entrate.

Novità principali

Numerose sono le novità introdotte per la Dichiarazione dei Redditi 2020 che riguardano:

  • eredi: da quest’anno gli eredi avranno la possibilità di usare il modello 730 per conto dei contribuenti deceduti nel 2019;
  • figli a carico: verranno considerati tali se producono un reddito inferiore a 4 mila euro;
  • impatriati: i contribuenti che hanno trasferito la residenza in Italia a partire dal 19 aprile 2019 avranno dei vantaggi fiscali;
  • istruzione: sarà possibile riportare un importo di massimo 8 mila euro per la detrazione di spese per l’istruzione;
  • lezioni private: anche in questo caso si potrà scegliere la tassazione ordinaria Irpef o quella sostitutiva la 15%;
  • riscatto degli anni non coperti da contribuzione;
  • detrazione per infrastrutture di ricarica elettrica;
  • detrazioni per opere di bonifica ambientale;
  • Bonus sport.

Aggiornati sulle novità, non vi resta che compilare correttamente la Dichiarazione dei Redditi 2020.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te