Crampi notturni e bruciore alle gambe potrebbero essere i sintomi di questa sgradevole e insopportabile patologia

gambe

Oggi siamo stati seduti tutto il giorno, abbiamo lavorato per 8 ore di fila e non abbiamo mosso le gambe se non per cambiare stanza. Arriva la sera, ci spogliamo, togliamo finalmente le insopportabili scarpe e i pantaloni stretti e ci fiondiamo sotto la doccia calda.

Ci asciughiamo, mettiamo la crema in tutto il corpo e dopo cena finalmente eccolo là, il nostro letto è pronto ad accoglierci.

Proprio mentre stiamo per addormentarci, però, ecco che le povere gambe cominciano a bruciare leggermente. “Passerà” pensiamo subito, ma mentre dormiamo, al bruciore si aggiunge anche qualche crampetto. Potrebbe trattarsi di un episodio sporadico, ma se la cosa continua a ripetersi più e più volte, allora c’è qualcosa che non va. Crampi notturni e bruciore alle gambe potrebbero quindi essere un segnale da non sottovalutare.

Dolori improvvisi e vampate di calore circoscritte a questa parte del corpo non sono un problema da sottovalutare affatto.

Anche stare in piedi tutto il giorno potrebbe causare gli stessi spiacevoli effetti, ma quale sarebbe una possibile causa se la storia tende a continuare?

Noi della Redazione abbiamo fatto alcune ricerche e ci siamo imbattuti in un importante studio che riuscirebbe a darci una spiegazione, ben nota a tanti.

Crampi notturni e bruciore alle gambe potrebbero essere i sintomi di questa sgradevole e insopportabile patologia

La spiegazione si chiama varice e riguarda soprattutto gli uomini e le donne di una certa età.

Proprio così, questi fastidiosi sintomi potrebbero indicare l’insorgenza delle varici, dette anche vene varicose.

Molti pensano che si tratti di un disturbo prettamente estetico, non sapendo che in realtà si è di fronte ad una seria patologia. Il problema ha a che fare con la circolazione e deriva da un ristagno del sangue all’interno delle vene.

Tra le cause scatenanti troviamo l’obesità, l’età, ma anche la familiarità, un fattore molto importante da tenere in considerazione.

Inoltre, a parte questi crampi notturni e questo bruciore alle gambe, un altro sintomo tipico attiene al prurito nella parte interessata dalla varice.

E i rimedi invece? Gli esperti suggeriscono innanzitutto di praticare una corretta e regolare attività fisica e di tenere a bada il peso. Chi ha qualche chiletto in più potrebbe approfittarne per rimettersi in forma, magari consumando cibi ricchi di fibre e antiossidanti.

Attenzione poi all’abbigliamento e soprattutto alle scarpe. Al bando i tacchi altissimi, da sostituire con delle scarpe di media altezza.

Insomma, bastano poche e semplici regole, ma non dimentichiamoci di rivolgerci pur sempre al nostro medico curante che saprà darci le giuste indicazioni.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te