Cosa potrebbe succedere al nostro corpo se mangiamo troppo spesso tonno in scatola

tonno

I cibi pronti sono le soluzioni migliori in relazione al tempo per pasti veloci e non troppo impegnativi. Ormai è risaputo che i cibi confezionati, inscatolati, in lattina, non siano troppo salutari. Ovviamente, ci sono delle eccezioni, ma ci sono anche  degli alimenti di cui sottovalutiamo davvero le conseguenze.

Verdure surgelate, condimenti già pronti e cibi precotti sono comunque nulla in confronto a questo alimento di cui sottovalutiamo i possibili effetti negativi a lungo termine.

Cosa potrebbe succedere al nostro corpo se mangiamo troppo spesso tonno in scatola

Il pesce inscatolato è in tutti i supermercati e ce ne sono davvero di ogni tipologia, forma e trattamento. Sottolio, sott’aceto, essiccato, senza spine, surgelato. Quello più consumato è sicuramente il tonno in scatola. Tra i più giovani e soprattutto con la moda del fitness, molti puntano su pasti completi e il tonno ne è spesso un ingrediente base. Ma siamo davvero sicuri che mangiare tutto questo tonno inscatolato faccia così bene?

Vediamo insieme cosa potrebbe succedere al nostro corpo se mangiamo troppo spesso tonno in scatola. Riviste scientifiche, infatti, suggeriscono i possibili effetti collaterali dell’assunzione periodica di questo particolare alimento.

Gli effetti sul nostro organismo

I nostri mari sono ormai fortemente inquinati e sono altissimi i livelli di mercurio presenti nelle acque. I pesci più grandi, come i tonni, tendono ad assumere una maggiore quantità di metalli e questo, ovviamente, ci porterà a nostra volta ad assumere metalli mangiando questo tipo di pesce.

Consumare eccessive quantità di tonno in scatola può quindi provocare un avvelenamento da mercurio nel corso del tempo. Questa problematica potrebbe coinvolgere la capacità motoria, di parlare, di coordinazione e l’udito. Ma non è finita qui, l’avvelenamento da mercurio potrebbe causare anche problemi alla vista.

Ovviamente, le industrie che producono tonno in scatola non possono avere il controllo sulla quantità di mercurio presente nel pesce, poiché il problema è legato all’impatto ambientale causato dall’uomo e dalle industrie. L’unico modo per evitare di incorrere in spiacevoli situazioni è quello di consumare con moderazione certi alimenti, informarsi e cercare di mantenere un’alimentazione più sana ed equilibrata possibile.

Approfondimento

Ecco qual è il tonno migliore da acquistare al supermercato secondo un’indagine.

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te