Con le polpette al sugo della nonna non puoi sbagliare

polpette

Chi non ricorda quelle belle tavolate delle famiglie in cui era l’abbondanza a far da padrona? Pranzi domenicali di grandezza spropositata ma che avevano il sapore di casa. Ebbene, questa sera vi mostreremo una ricetta infallibile, tramandata alle nuove generazioni dalle care e dolci nonnine, le cuoche di un tempo che tutti avrebbero voluto conoscere. La ricetta è semplice e di seguito vi mostriamo tutto l’occorrente.

Ingredienti per quattro persone

  • 150 g di macinato di manzo;
  • 150 g di macinato di suino;
  • 2 fetta di pane;
  • 1 uovo;
  • 1 cipolla;
  • 90 g di formaggio grattugiato;
  • salsa di pomodoro q.b.;
  • Latte q.b.;
  • Farina di tipo 00 q.b.;
  • 1 bicchiere di vino bianco;
  • Sale e pepe.

Con le polpette al sugo della nonna non puoi sbagliare. Preparazione

Per prima cosa, in una ciotola inserite il macinato di manzo e quello di suino ed aggiungete un pizzico di sale e uno di pepe. Se volete, potete aggiungere anche un po’ di prezzemolo tritato. In un’altra ciotola, versate il latte ed inzuppate il pane poi strizzatelo ed aggiungetelo alla carne.

Tagliate finemente una piccola cipolla ed aggiungetela al composto insieme all’uovo. Mescolate con attenzione ed inserite anche il formaggio grattugiato. Una volta amalgamato il tutto, con le mani formate tante polpettine di media dimensione. Passatele nella farina e fatele rosolare in una casseruola con uno spicchio d’aglio e l’olio. Quando saranno dorate, sfumate con il vino. Infine, quando le polpette saranno quasi del tutto cotte, versate la salsa di pomodoro e fate cuocere ancora per una ventina di minuti. A questo punto, le vostre polpette al sugo saranno pronte e saranno ottime per essere servite calde. Tuttavia, anche fredde non deluderanno le aspettative. Provare per credere!

Se “Con le polpette al sugo della nonna non puoi sbagliare” ti è stato utile, leggi anche “Almeno una volta ne abbiamo mangiato uno senza saperlo, ecco quello che dice la scienza

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te