Con l’arrivo del primo caldo di primavera combattiamo il sudore e la puzza d’ascella con questi semplici rimedi naturali

ascelle

Inizia la primavera e con le temperature che salgono cominceranno anche le prime sudate. Soprattutto, se manterremo un abbigliamento non consono, per paura che possa tornare il freddo o semplicemente perché pensiamo che sia troppo presto per un cambio armadi.

Certo, chi soffre di eccessiva sudorazione ha problemi in ogni momento dell’anno, chiaramente, però, essi si acuiscono con il caldo.

Può condizionare inevitabilmente le nostre relazioni, spesso anche quelle intime. Di conseguenza, ci si inonda di profumi e deodoranti, per mascherare il tutto, senza pensare che, a volte, basterebbe molto meno. Certo, una corretta igiene è fondamentale, ma non è solo lavandosi regolarmente che si può risolvere il problema.

Partiamo dal presupposto che il nostro sudore è inodore e che è il contatto con i batteri di peli e pelle che lo trasforma in puzzolente. Vediamo alcuni rimedi naturali per limitarlo.

L’uso di un detergente neutro è ovviamente consigliato, così come una rasatura dei peli con frequenza almeno settimanale. Bisogna far sì di rendere il più possibile sano e pulito l’ambiente in cui, di solito, si annidano i batteri.

Indice dei contenuti

Con l’arrivo del primo caldo di primavera combattiamo il sudore e la puzza d’ascella con questi semplici rimedi naturali

Bicarbonato e limone, anche in questo caso, saranno utilissimi per combattere questo problema. Prendiamo un cucchiaino della celebre polvere, lo mettiamo sul palmo della mano e lo irroriamo con qualche goccia di succo di limone.

Quindi, andiamo a formare una pastella che andremo a spalmare sotto le nostre ascelle. Lasciamo agire per qualche minuto, prima di andare a sciacquare con abbondante acqua corrente. Questa operazione è da fare alla sera, prima di coricarsi.

Diventa poi fondamentale l’asciugatura. Infatti, spesso, la si fa in maniera grossolana e questo è uno dei principali motivi per cui le nostre ascelle puzzano. I batteri eliminati con il lavaggio, possono ritornare subito a causa del clima umido che si crea. Di conseguenza, dopo il passaggio dell’asciugamano, consigliamo quello con il phon, per assicurarci che l’intera area sia asciutta. A maggior ragione dopo una depilazione.

A questo punto, andiamo a unire a una crema umettante, da scegliere a seconda dei gusti ma preferibilmente all’aloe, un’altra spruzzata di bicarbonato. Anche in questo caso, creeremo una soluzione pastosa che andremo a spalmare sotto le ascelle. Faremo sì che venga assorbita bene dalla nostra pelle, prima di andare a dormire.

L’indomani potremo scegliere un deodorante, possibilmente neutro, da mettere in moderata quantità. Questo procedimento, ripetuto ogni sera, farà sì che le nostre ascelle siano sempre fresche, pulite e disinfettate dai batteri.

Con l’arrivo del primo caldo di primavera, dunque, combattiamo la puzza di sudore ascellare con bicarbonato, limone, acqua, phon e deodorante neutro. Un rimedio naturale, economico ed efficace per limitare al massimo gli odori sgradevoli.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te