Come utilizzare il rossetto fino in fondo al tubetto senza sprechi

rossetto

Quanto sono belle le labbra evidenziate con lucidi lip gloss o con nuance naturali! Ma quanto ci costano questi strumenti di bellezza. Se si considerano poi le ridotte quantità contenute nei tubetti in vendita, i conti sono presto fatti. Pertanto se ci si è trovati a dover cestinare dei prodotti del make-up, per avvenuto raggiungimento della soglia limite, un attimo di attenzione. Con un minimo ingegno è infatti possibile salvare dalla pattumiera i nostri rossetti, ancora racchiusi nella parte sottostante al tubetto. Vediamo quindi, caso per caso, come utilizzare il rossetto fino in fondo al tubetto senza sprechi.

Rossetto in stick

Se si è abituati a fare uso di rossetti in stick, la cosa più semplice da fare è munirsi di un pennellino dalla punta semirigida, e prelevare la quantità necessaria al trucco, volta per volta. Se non si avesse a disposizione un pennellino, va benissimo anche lo scovolino dei lip gloss munito di spugnetta all’estremità. Ma se non si avesse nemmeno questo, può svolgere un ottimo lavoro anche il bastoncino dei cotton fioc. Armate di questi creativi strumenti, ecco come utilizzare i nostri rossetti fino in fondo al tubetto senza sprechi. Quindi, anziché buttarsi su prodotti sconosciuti e di minore qualità per fare economia, molto meglio puntare su prodotti buoni ed utilizzarli fino in fondo, anziché cestinarne una metà.

Rossetto lip gloss

Se invece a diventare inutilizzabile è il lip gloss, vale a dire il rossetto più liquido che richiede l’uso del pennellino con la spugnetta in cima, la procedura è diversa. In questi casi, infatti, il lip gloss con il tempo potrebbe indurirsi al punto da diventare inservibile. In casi del genere, basterà immergere il tubetto ben chiuso, in un contenitore d’acqua calda e attendere che il calore produca il suo effetto. Una volta che il contenuto sarà tornato alla sua cremosità usuale, sarà possibile continuare a farne uso.

Altri sistemi fai da te

Oltre a queste pratiche più collaudate, ce ne sono altre che meritano almeno una prova. Pertanto se si è disposti a fare uso di una tinta di rossetto più tenue rispetto all’originale, si può provare anche questa metodica. Vale a dire miscelare ciò che resta dell’originario rossetto all’interno di un vasetto di balsamo labbra. La tinta che si otterrà sarà meno intensa dell’originale, ma si avrà a disposizione un prodotto idratante labbra, comunque colorato.

Se invece il problema nasce dal fatto che il rossetto tende a spezzarsi, allora si potrà provare con un accendino. Basterà avvicinare con cautela la fiamma ai due pezzi del rossetto da unire. Non appena il calore comincerà a far ammorbidire il rossetto in stick, si dovrà sovrapporre una parte all’altra e attendere che la giuntura si solidifichi. Dopo esserci occupati del riutilizzo delle creme solari dell’anno precedente, ora si ha anche questa “freccia” da aggiungere al nostro arco di donne che amano il make-up.

Consigliati per te