Come risparmiare soldi sulle prenotazioni del treno

treno

L’ingresso sul mercato degli operatori privati ha reso i costi di viaggio in treno maggiormente accessibili. Ciononostante viaggiare rimane comunque un’attività costosa. Anche se è sicuramente meno costosa rispetto al passato.

Esistono, però, degli accorgimenti che ci consentono di sfoltire un po’ i costi del biglietto. Di seguito illustriamo come risparmiare soldi sulle prenotazioni del treno. Piccoli consigli che ci torneranno utili quando torneremo a viaggiare in completa libertà.

Prima è meglio è

Per risparmiare sul biglietto del treno pianifichiamo con largo anticipo il nostro viaggio. Chiaramente questo non è sempre possibile. Se effettuiamo viaggi d’affari, siamo persone spesso alle prese con la gestione degli imprevisti. In questi casi può capitare di prenotare il titolo di viaggio la notte prima per la mattina dopo.

Se, tuttavia, stiamo organizzando un viaggio di piacere, allora non riduciamoci all’ultimo minuto. Prenotare con un anticipo di un mese, o al massimo di due settimane, ci consente quasi sempre di risparmiare cifre ragguardevoli.

Biglietto vs abbonamento

Le spese non variano solamente in base alle nostre esigenze. Dipendono molto anche dalla frequenza con cui viaggiamo in treno.

Se il treno lo prendiamo poche volte al mese può essere conveniente acquistare il tradizionale biglietto. Se invece siamo dei pendolari abituali che usano il treno per raggiungere il luogo di lavoro il discorso cambia. In questi casi esiste quasi un obbligo morale di farsi un abbonamento. Il risparmio mensile sul biglietto  oscilla tra il 20 e il 50% grazie all’abbonamento.

Anche se non viaggiamo quotidianamente, però, non è detto che il biglietto sia l’alternativa migliore.

Una via di mezzo tra il biglietto e l’abbonamento è rappresentata dai carnet di viaggio. Si tratta di un ventaglio di biglietti che ci consente di risparmiare sull’acquisto di una corsa singola. Normalmente il carnet comprende dieci biglietti. Con Trenitalia, si può risparmiare fino al 50%. Questo vuol dire che comprando dieci corse se ne pagano cinque. Discorso analogo vale per Italo.

Prenotare nel mezzo

Ci sono dei momenti precisi in cui prenotare il biglietto del treno fa una differenza notevole sul prezzo. L’ideale sarebbe prenotare in mezzo alla settimana e a metà giornata.

Dunque, mercoledì a mezzogiorno, di solito, è il momento giusto per prenotare il nostro viaggio in treno. Certo, in questi casi si dovrà rinunciare all’alta velocità, ma si possono acquistare viaggi con tempi di percorrenza accettabili. Se la fretta non è un problema, si può risparmiare fino a un terzo del costo del biglietto.

Ecco come risparmiare soldi sulle prenotazioni del treno.

Consigliati per te