Come rimanere in forma assumendo solo frutta e verdura della stagione autunnale

autunno

Ecco come rimanere in forma assumendo solo frutta e verdura della stagione autunnale.

La compianta Anna Marchesini ci aveva abituato al suo esilarante tormentone del “Non c’è più la mezza stagione”. Ma, a giudicare dal radicale cambio di passo di frutta e verdura in esposizione al supermercato, la mezza stagione c’è eccome. Quantomeno per le primizie dell’orto che stanno scalando la marcia dall’estate all’autunno. Un passaggio al quale è bene che anche noi ci si adegui, al fine di beneficiare di tutte le proprietà legate ai frutti di stagione. Ora quindi vediamo come rimanere in forma assumendo solo frutta e verdura della stagione autunnale.

Alimenti di stagione in autunno    

Cosa mangiare dunque in questo tempo in cui l’autunno è alle porte? I più bucolici consigliano di fare affidamento sui colori! E dalle reminiscenze scolastiche si sa che i colori di tendenza autunnali sono quelli caldi e rassicuranti come il rosso/arancio e il marrone. Ecco quindi l’elenco di frutta e verdura autunnale suddivisa per colori:

Rosso-Arancio

a) cachi;

b) zucca;

c) carote;

d) melagrana;

e) radicchio;

f) arance.

Marrone

a) noci;

b) nocciole;

c) castagne;

d) kiwi

Seguono anche l’uva, le pere, la cicoria, gli spinaci, i cavoli, il cardo. Insomma un tripudio di frutta e verdura tra cui scegliere, al fine di trarre beneficio dalle loro innumerevoli proprietà. Vediamo quindi cosa ci regala la frutta e verdura di settembre, ottobre e novembre.

Frutta e verdura di settembre

Nel mese di settembre si può cominciare con una bella scorpacciata di uva e mirtilli. Mentre questi ultimi contrastano l’invecchiamento cellulare, i chicchi di uva stimolano il corretto funzionamento dell’intestino. Sono inoltre fonte privilegiata di potassio e di vitamina A.

Frutta e verdura di ottobre

La cosiddetta “comfort zone” del mese di ottobre si tinge invece di colori diversi. Si va infatti dall’arancio intenso dei cachi al marrone scuro delle castagne. Queste ultime sono ricche di carboidrati cosiddetti complessi e quindi possono tranquillamente sostituire il pane. Quanto alla polpa succosa dei cachi, qui si è di fronte ad un trionfo di potassio, magnesio, fosforo calcio e sodio, ma anche tanta vitamina C. Tutti validi alleati per contrastare la stanchezza tipica del cambio di stagione. Passando ora alla zucca, ottima per la preparazione di vellutate, anch’essa è carica di sali minerali e vitamine, in questo caso del gruppo B e C.

Frutta e verdura di novembre

Al via anche il ricorso alla melagrana, fonte di antiossidanti in abbondanza. Se invece è un sapore che non aggrada, questo è il mese della frutta secca. Quindi avanti tutta con nocciole, ricchissime di ferro, e noci cariche di acidi grassi come gli omega-3. Tra gli ortaggi da tenere in considerazione anche il cardo, conosciuto per le proprietà depurative e toniche per il fegato. A condizione però che non si decida di friggerlo per preparare una appetitosa parmigiana. In questo caso la modalità di cottura appesantirà il fegato piuttosto che depurarlo. E comunque è bene anche ricordare che acquistare alimenti di stagione consente pure un considerevole risparmio. Ecco quindi come rimanere in forma assumendo solo frutta e verdura della stagione autunnale. 

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te