Come rateizzare una cartella esattoriale da 72 a 120 rate

cartella

L’Agenzia delle Entrate Riscossione permette la possibilità di rateizzare le cartelle esattoriali secondo due piani specifici: piano ordinario e straordinario.

I piani si caratterizzano per il tetto massimo del debito e per le difficoltà economiche del contribuente a pagare ogni mese la rata. Inoltre, i piani prevedono regole diverse. Analizziamo come rateizzare una cartella esattoriale da 72 a 120 rate secondo il piano ordinario e straordinario.

Piano ordinario

Il piano ordinario prevede la riscossione dei debiti fino ad un massimo di 100mila euro. In questo caso è possibile richiedere una rateizzazione presentando domanda online oppure tramite email PEC.

Il piano di rateizzazione ordinario consente la dilazione del debito in 72 rate (sei anni).

Nella soglia di 100mila euro sono inclusi, oltre all’importo del debito per cui si richiede la rateizzazione, anche l’eventuale debito residuo delle rateizzazioni in corso. Il contribuente, inoltre, ha la possibilità di scegliere tra rate costanti o crescenti.

Piano straordinario

Il piano straordinario, invece, prevede la possibilità di spalmare il debito in 120 rate se il loro importo totale supera i 100mila euro. È possibile presentare domanda di rateizzazione tramite email PEC. Allegando alla domanda l’ISEE attestante la difficoltà economica.

Inizialmente il contribuente può accedere al piano ordinario di sei anni con 72 rate, qualora la richiesta fosse accettata.

A questo punto, come rateizzare una cartella esattoriale da 72 a 120 rate? Se il contribuente non è in grado di sostenere il debito in 72 rate, può rateizzare l’importo fino a 120 rate costanti. La maggiore dilazione è concessa quando la rata da pagare è superiore al 20% del reddito mensile del nucleo familiare. Tale situazione è verificabile tramite la presentazione dell’ ISEE aggiornato.

Dopo aver presentato la domanda di rateizzazione dichiarando di trovarsi in forte difficoltà economica. Il contribuente deve allegare alla domanda la certificazione dell’ISEE del nucleo familiare comprensiva del quadro N (indicatore della situazione reddituale).

Come rateizzare una cartella esattoriale da 72 a 120 rate, anche con proroga

Se non si riescono a pagare le rate in scadenza, è possibile anche chiedere una proroga di una rateizzazione già in atto, infatti, il contribuente può presentare domanda di proroga, qualora la situazione economica familiare sia peggiorata. Anche in questo caso, la proroga può essere ordinaria (6 anni) o straordinaria (10 anni), ma chiesta una sola volta.

Consigliati per te