Come fare un piatto di pasta veloce e nutriente da portare tavola in tutte le occasioni

piatti

I ritmi frenetici della vita quotidiana spesso influenzano anche la nostra nutrizione. Si cercano cose facili e veloci da preparare. Quando si torna a casa alla sera, per molti, c’è poca voglia di mettersi ai fornelli. Al mezzogiorno, qualcuno salta addirittura il pranzo, oberato dagli impegni di lavoro. Di conseguenza, sono pochi i momenti in cui si cerca davvero di soddisfare il palato.

La pasta spesso ci viene in soccorso, perché in quanto a rapidità di preparazione è difficile che possa essere battuta. Dai pochi minuti di quella fresca ai dieci di media per quella secca. A volte ce la si cava con burro e parmigiano, a volte con sughi già pronti, altre volte con pesto o altri condimenti in barattolo. Se ci pensiamo bene, però, con i dieci minuti per la cottura, più quelli necessari all’ebollizione dell’acqua, c’è tutto il tempo per preparare altre soluzioni. Bisogna solo volerlo, perché quello è il vero problema. Adagiarsi sul condimento già pronto.

Come fare un piatto di pasta veloce e nutriente da portare tavola in tutte le occasioni

Il piatto che proponiamo oggi è di facilissima preparazione e può andare bene per un pasto quotidiano, ma ha il suo perché anche per le occasioni speciali. Una cena tra amici, infatti, potrebbe essere il momento giusto per sfoderarlo. Basta avere in casa della pasta corta, penne o mezze penne, della panna, una bustina di zafferano e dello speck e il gioco è fatto.

Mentre aspettiamo l’ebollizione dell’acqua, prendiamo una padella e mettiamo una noce di burro. Lo speck ci servirà tagliato a dadini. Quindi, o lo prendiamo già confezionato oppure chiediamo al nostro salumiere la cortesia di affettarcelo. Oppure ce ne potremo far dare una fetta abbastanza spessa, per essere ridotta poi a striscioline. Lasciamo scottare lo speck per cinque minuti a fuoco medio, prima di versare la panna. Successivamente, sarà la volta della bustina di zafferano. Amalgamiamo bene. In pochissimi minuti avremo già il condimento praticamente pronto. Possiamo aggiungere, a piacere, una grattugiata di noce moscata.

Si spadella

Intanto scegliamo la pasta da abbinare al condimento. Preferibile, come scritto in precedenza, una pasta corta. Se vogliamo, possiamo anche abbinare un tipo di pasta fresca come le trofie o, in alternativa, le orecchiette. Al termine della cottura, scoliamo la pasta. Versiamola nella padella del condimento, con qualche cucchiaio dell’acqua di cottura. Facciamo saltare a fuoco vivo per un paio di minuti. Il profumo che si alzerà delizierà il nostro olfatto.

Quindi, dopo aver visto come fare un piatto di pasta veloce e nutriente da portare tavola in tutte le occasioni, siamo pronti per impiattare. Insomma, utile sia per un pasto quotidiano che per un’occasione conviviale, l’abbinamento fra pasta, speck e zafferano non deluderà mai. Né l’olfatto, né tantomeno il gusto.

Consigliati per te