Come far brillare il pavimento in linoleum e mantenerlo pulito grazie a questi trucchi semplici ed economici

linoleum

La pulizia di casa prende molto tempo e chi è impegnato tutto il giorno si ritrova a doverla fare di corsa e controvoglia. Soprattutto in primavera, le pulizie cosiddette “a fine” sono molto dispendiose in termini di tempo ed energie. Sarà utile sapere che per accelerare i tempi si possono utilizzare 3 semplici applicazioni gratuite per lo smartphone.

I pavimenti, poi, sono spesso la parte più complicata da pulire, soprattutto se sono fatti di alcuni materiali. Il parquet, molto bello ma delicato, va lavato con modalità specifiche e ricordiamo che si può rinnovare facilmente con una soluzione fai da te economica e alla portata di tutti. Un altro materiale molto particolare, poi, è il linoleum, che può risultare davvero complesso pulire adeguatamente.

Come far brillare il pavimento in linoleum e mantenerlo pulito grazie a questi trucchi semplici ed economici

Il linoleum è un tipo di pavimento costituito da materiali che gli danno flessibilità e che non richiede troppa manutenzione. È quindi l’ideale per chi può dedicare soltanto poco tempo alle pulizie domestiche. Tuttavia, potrebbe essere meno resistente di altri tipi di pavimenti e anche un minimo errore potrebbe rovinarlo. Bisogna quindi prestare attenzione quando lo si pulisce, evitando di usare prodotti troppo aggressivi. Certi detersivi, infatti, potrebbero danneggiarlo o fargli perdere lucentezza.

Sarebbe quindi meglio seguire alcuni consigli per trattare il linoleum in modo sicuro e senza rovinarlo. Innanzitutto, dovremmo sapere come far brillare il pavimento in linoleum. Per ravvivarne il colore basterà risciacquarlo con una miscela di acqua tiepida e aceto di vino rosso. Prima di tutto, però, bisogna pulirlo, quindi vediamo alcuni modi per farlo.

Qualche consiglio per pulire i pavimenti delicati con i prodotti adatti

Per pulire un pavimento delicato come quello in linoleum, innanzitutto è necessario togliere l’eventuale sporcizia che potrebbe essersi accumulata. Basta passare la scopa o l’aspirapolvere, concentrandosi anche sugli angoli e sui punti più difficili da raggiungere. Quindi, per pulire e smacchiare il pavimento si deve usare uno straccio con acqua tiepida. Con un panno morbido, bisogna quindi passare sul materiale una miscela di cera d’api e acquaragia. È importante ricordare che il linoleum si può danneggiare se l’acqua ristagna per tanto tempo, per questo sarebbe meglio utilizzare poca acqua e asciugare immediatamente.

Come alternativa si possono creare dei detergenti naturali, composti ad esempio da acqua e sapone di Marsiglia, e pulire con questi. Un’altra soluzione economica, diversa da detersivi e saponi, prevede di usare aceto bianco con un po’ d’acqua. Se invece si vogliono togliere le strisciate antiestetiche che spesso si formano, basterà usare una comune gomma per matita.

Lettura consigliata

Attenzione a usare l’acido citrico per pulire queste 3 superfici delicate di casa perché potrebbe rovinarle

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te