Come cucinare pollo, bistecche e hamburger succulenti in padella senza riempire la casa di fumo e cattivo odore

griglia

Secondo l’Osservatorio permanente sul consumo carni, in Italia si mangiano circa 79 chilogrammi pro capite all’anno. Una percentuale molto bassa rispetto ad altri Paesi europei. Eppure, la medicina consiglia di diminuire il consumo di carne, ma più di tutti raccomanda di mangiarla consapevolmente.

Ecco perché gli italiani oggi privilegiano maggiormente carni biologiche e allevamenti nazionali. Ma oltre a provenienza e lavorazione, un altro aspetto che rende la carne più o meno salutare è il metodo di cottura.

In passato avevamo cercato di rispondere alla questione riguardante il consumo di carne  alla griglia e i possibili danni al cuore. Ancora questo argomento è molto dibattuto e gli scienziati stanno cercando risposte certe. Ecco perché, fin quando non avremo risposte certe, ci occuperemo di come cucinare pollo, bistecche e hamburger succulenti al meglio.

Come rimediare al fumo e al cattivo odore quando si cucina la carne

Uno dei fastidi peggiori di quando si cucina carne in casa è il fumo. È comunissimo che durante la cottura in padella o ai ferri si sprigionino enormi nuvole di fumo. Le stesse finiscono per depositarsi su vestiti e superfici. Il risultato è che l’odore di grasso e olio bruciato resta per giorni.

Quante volte abbiamo sognato una bistecca, delle costine, ma ci siamo trattenuti? Purtroppo, non tutti hanno la possibilità di avere un barbecue in giardino. Nemmeno si può aspettare l’arrivo dell’estate per godersi una gustosa fetta di carne. In questo articolo troveremo i consigli giusti per non dover più rinunciare.

Come cucinare pollo, bistecche e hamburger succulenti in padella senza riempire la casa di fumo e cattivo odore

Pochi sanno che mangiare carne che è stata troppo a contatto col fumo di cottura non fa bene alla salute. Ricco di idrocarburi policiclici aromatici, il fumo si produce quando i liquidi della carne vengono a contatto con una superficie rovente. Infatti, cucinare senza fumo è l’opzione migliore.

Pertanto, per prima cosa controlliamo il materiale della bistecchiera o padella. Acciaio inox e ghisa sono ottimi per cuocere la carne, ma producono molto fumo. La pietra o gres, invece, è il massimo per questo tipo di alimento e assicurano una cottura perfetta. Una bistecchiera con scanalature profonde eviterà che i liquidi si brucino, mentre il coperchio conterrà il fumo.

Poi, sappiamo tutti che la marinatura è fondamentale per ogni tipo di carne. Ne abbiamo dato alcune ricette per marinare il pollo. Tuttavia, utilizzare troppo burro o altri prodotti grassi è sconsigliato. Quindi, più la carne è grassa, naturalmente, più bisogna condirla con ingredienti acidi come il limone. Di conseguenza, più magra è la carne meno fumo produce. Quando cuociamo la carne, controlliamo spesso lo stato di cottura. Se evitiamo che bruci si produrrà meno fumo.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te