Come avere piante gratis o a prezzi stracciati dalla forestale per il proprio giardino facendo questa semplice richiesta

piante

Marzo e aprile sono i mesi del rinnovamento, delle attività all’aria aperta e dei primi dolci tepori. Per questo molti iniziano con i lavori nel proprio giardino, dove l’energia della bella stagione si vede crescere in piante e fiori rigogliosi.

Basta anche un solo tipo di fiore dai molti colori vivaci e il giardino sembrerà già un’esplosione di gioia e bellezza. Si può anche decidere di rinnovare l’illuminazione rendendo il giardino splendido anche di notte con tre idee da sogno che non richiedono l’uso di elettricità.

Senza contare che c’è un modo molto economico per ripopolare le proprie aree verdi con fiori e piante. Infatti, si possono chiedere gratuitamente o a un prezzo bassissimo alla forestale facendo una semplice richiesta.

Come avere piante gratis o a prezzi stracciati dalla forestale per il proprio giardino facendo questa semplice richiesta

C’è un modo economico per ottenere piante e fiori da mettere nel proprio giardino, anche se pochi lo conoscono. Consiste nel presentare una domanda ai vivai forestali regionali, che ogni anno mettono a disposizione le piante che producono.

Si tratta di piante autoctone del territorio, controllate e certificate. Sfruttare questa opportunità significa quindi non solo risparmiare, ma avere delle piante di qualità e di origine locale.

La scelta è molto vasta e in base alla disponibilità della pianta in quel periodo si può procedere a farne richiesta.

Ogni Regione che offre questa possibilità ha un elenco specifico di piante locali che può assegnare ogni anno. Inoltre, dà informazioni specifiche su chi può fare domanda e in quale modalità.

Chi può fare domanda per l’assegnazione gratuita di piantine dai vivai regionali

Alcuni criteri su come avere piante gratis o a prezzi stracciati sono comuni per molte Regioni, soprattutto rispetto a chi può fare domanda.

In genere possono ottenere piantine gratis dalla forestale soggetti sia pubblici sia privati. Tra i pubblici si trovano, ad esempio, onlus, istituti scolastici, comuni e non solo.

I privati, invece, possono richiederle gratuitamente in alcune Regioni solo in determinate circostanze. Per esempio, l’assegnazione gratuita si può ottenere in caso di distruzioni causate da calamità naturali.

Negli altri casi, è possibile ottenere comunque le piantine a dei prezzi davvero stracciati. Si possono verificare tutti i criteri direttamente sul sito della propria regione.

Lo stesso vale per le modalità di inoltro della domanda. In genere prevede la compilazione e l’invio di un semplice modulo. Si possono anche contattare o visitare i singoli vivai regionali per farsi un’idea di come procedere prima di fare la richiesta.

Tra i fiori più belli che si potrebbero richiedere c’è la lavanda, da piantare insieme ad altri 2 fiori per un giardino coloratissimo e profumato.

Consigliati per te