Come antipasto o piatto principale questi calamari ripieni al forno e in padella hanno un ripieno vegetale sfizioso e mediterraneo

calamari ripieni

Quando si tratta di cucinare il pesce, tutti abbiamo un occhio puntato sugli ingredienti da aggiungere. Si sa infatti che un sapore così delicato non dovrebbe essere “distratto” da sapori troppo distanti. Ad esempio, quando si tratta di preparare un’orata al sale si raccomanda massima attenzione. La carne deve rimanere morbida e, il più possibile, pura di gusto. Non avrebbe senso sprecare tanta attenzione nella preparazione aggiungendo alla fine altri sapori invasivi.

Qualche piccola eccezione ce la possiamo consentire però con alcuni tipi di molluschi. In particolare, con la carne elastica dei calamari. Hanno la forma naturale che consente di utilizzare la loro sacca come contenitore di delizie. Così noi sfruttiamo volentieri questa opportunità e realizziamo un mix di sapori greci per farci prendere per la gola. Via libera dunque alla feta, ai pomodorini ed ai peperoni per realizzare come antipasto o piatto principale questi calamari ripieni. La ricetta è semplice da realizzare, basta avere un pochino di pazienza nel tagliare gli ingredienti.

Dalla Grecia con amore

Consideriamo le porzioni per due persone. Scegliamo 2 calamari di media dimensione a testa. Mettiamo sul piano di lavoro 150 grammi di pomodorini, 150 grammi di feta, un quarto di cipolla, uno spicchio piccolo di aglio, un peperone giallo di piccole dimensioni e un cucchiaino di pasta di olive. Tutti questi ingredienti devono essere tagliati in piccoli dadini. Tagliamo la cipolla in maniera ancora più sottile. Possiamo decidere anche di sbriciolare direttamente la feta, se preferiamo che il suo sapore risulti più disciolto e meno concentrato. Non tutti infatti approvano un abbinamento di formaggi con il pesce. Ma in questo caso sarebbe più che giustificato.

Una volta riuniti gli ingredienti in una ciotola, possiamo mescolarli. Non c’è necessità di aggiungere sale, vista la presenza ed il sapore della feta. A parte, tagliuzziamo delle foglioline di basilico o di menta in una tazzina d’olio. Costituirà il condimento per il piatto principale. Dall’altro lato prepariamo i calamari. Puliamoli bene e tagliamoli in modo tale da permettere al nostro preparato di poter riempire la sacca. Alcuni lasciano i calamari a testa in giù per consentire che siano ben asciugati all’interno. Possiamo ora inserire il nostro ripieno e chiudere il calamaro con uno stuzzicadenti.

Come antipasto o piatto principale questi calamari ripieni al forno e in padella hanno un ripieno vegetale sfizioso e mediterraneo

Che sia una griglia o una padella, dovremmo passare i nostri calamari con una scottata di qualche minuto con un filo d’olio. Teniamoli per 5 minuti per lato in questo modo sulla fiamma. Poi passiamo alla cottura in pirofila con un altro filo d’olio. Preriscaldiamo il forno a 170° e inforniamo per 6 o 7 minuti. Controlliamo la cottura in base al grado di croccantezza desiderato. Possiamo impiattare con il basilico o la menta che avevamo precedentemente preparato. Inoltre, per rendere il piatto ancora più mediterraneo, aggiungiamo un’insalatina di rucola con pomodori per guarnire.

Se invece stessimo cercando altri abbinamenti non banali, potremmo provare questa ricetta mare/terra che unisce il sapore dei carciofi a quello dei calamari.

Consigliati per te