Chi può segnalare il cattivo pagatore alla Centrale dei Rischi

debiti

L’insolvenza di alcuni debiti e il mancato pagamento delle rate di un finanziamento fanno scattare uno stato di allerta presso il creditore. Se il debitore non assolve in maniera continuativa al proprio obbligo di pagamento, scatta talvolta la segnalazione alla Centrale dei Rischi bancari. Questa segnalazione determina delle indesiderate conseguenze per il debitore che diventa un vero e proprio cattivo pagatore. Ebbene, chi ha la facoltà di avviare tale procedura di inserimento dati del debitore? Chi può segnalare il cattivo pagatore alla Centrale dei Rischi e cosa ne consegue? La presente guida dei Tecnici di ProiezionidiBorsa aiuta i Lettori a fare chiarezza su alcuni aspetti relativi al tema.

Come funziona e quali dati registra la Centrale dei Rischi

Quando si parla di Centrale dei Rischi, si fa riferimento ad un organismo che nasce in seno alla Banca d’Italia. Quest’ultima, secondo quanto prevede l’art. 53, comma 1, e l’art 107 c.2 del D.Lgs. 385/1993, ha il potere di emanare provvedimenti per il contenimento del rischio. Al riguardo, lo scopo della Centrale dei Rischi è di informare gli istituti di credito sull’intero sistema creditizio concede a vario titolo ad un soggetto. Che si tratti di persona fisica o soggetto giuridico, le informazioni sono le medesime.

Chiunque chieda un prestito, accenda un mutuo o si faccia carico di un finanziamento si impegna, in base a quanto prevede il contratto, a restituire la somma entro un certo termine. Che succede se, per sopraggiunte difficoltà economiche il debitore inizia a non assolvere agli obblighi di pagamento? A questo punto, si rischia la segnalazione alla Centrale dei Rischi se la posizione debitoria ha raggiunto o superato una determinata soglia. Dunque, chi può segnalare il cattivo pagatore alla Centrale dei Rischi?

Chi può operare una segnalazione del cattivo pagatore alla CR

Come abbiamo visto, lo scopo della Centrale dei Rischi è quello di ricevere dati non solo dei cattivi pagatori. Essa riceve dati sull’intero assetto creditizio che riguarda l’affidabilità finanziaria di famiglie e imprese.

Proprio in virtù della vasta portata dei dati, non mancano certo quelli che riguardano un pesante ammanco sul saldo di un debito. In questi casi, chi può segnalare il cattivo pagatore alla Centrale dei Rischi è la banca stessa oppure: le società finanziarie, la cassa dei depositi e prestiti, gli organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) o le società di cartolarizzazione dei crediti. Questi istituiti, che hanno concesso un credito al contribuente, hanno la facoltà di avviare una segnalazione al sistema Centrale dei Rischi in caso di insolvenza. Ecco, dunque, da parte di chi avviene solitamente la segnalazione.

Approfondimento

Come faccio a sapere se sono nella lista dei cattivi pagatori CRIF

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te