Carpaccio di carciofi alla bottarga, un antipasto unico

carciofi

Il carciofo è una delle verdure più consumate durante l’inverno. Ricco di sali minerali e vitamine, è apprezzato da nord a sud in tutte le sue varianti. Questo carpaccio di carciofi alla bottarga, un antipasto unico, vuole unire il sapore particolare della bottarga di pesce a quello deciso del carciofo.

Un antipasto per tutte le occasioni e che saprà stupire anche i palati più esigenti, è sicuro.

Vediamo assieme come preparare al meglio il carpaccio di carciofi alla bottarga.

Ingredienti

  • 4 carciofi;
  • 1 mazzo di rucola;
  • 30 gr di bottarga di tonno o di muggine già grattugiata;
  • il succo di un limone;
  • olio d’oliva;
  • sale;
  • pepe.

Carpaccio di carciofi alla bottarga, un antipasto unico

Per prima cosa bisogna pulire molto bene i carciofi. Sfogliarli delle foglie più dure, eliminare i gambi e arrivare al cuore del carciofo.

Preparare una bacinella con acqua fredda e spremervi il succo del limone, in questo modo il carciofo non si ossiderà.

Mettere i carciofi in ammollo il tempo necessario per pulire bene tutti e quattro i carciofi.

Scolarli bene dalla loro acqua acidulata e tagliarli a fettine sottilissime, magari con l’aiuto di una mandolina o un attrezzo da cucina simile.

Prendere un piatto da portata e distribuirvi la rucola con molta cura, facendo attenzione che non esca dal piatto.

Disporre i carciofi sopra il letto di rucola e ungerli con un filo d’olio d’oliva a crudo. Salarli e peparli quanto basta.

Prendere la bottarga di tonno o di muggine e distribuirla sopra i carciofi ormai pronti.

Controllare che il sale e il pepe siano giusti e, se necessario, aggiustare con altro olio e con altra bottarga di muggine.

Questo antipasto è dunque pronto per essere mangiato. Le proprietà del carciofo crudo sono intatte e tutte le sue vitamine sono preservate. Un buon vino da abbinarci è sicuramente un Vermentino di Gallura.

Consigliati per te