Basta bietole a costa larga lesse e insipide, ecco come rendere onore con gusto a questa verdura spesso sottovalutata con 2 ricette sfiziose

bieta

Per molti mesi all’anno è disponibile all’ortofrutta una verdura che spesso sottovalutiamo, la bieta. Quando la vediamo ci immaginiamo un triste piatto di verdura bollita, condita con olio, sale e limone e passa la voglia di acquistarla. Eppure, è un ortaggio davvero prezioso per la nostra salute, esiste nella varietà a coste bianche o di altri colori o a foglie larghe.

I sapori sono molto simili tra loro come anche le proprietà nutritive. Hanno un basso apporto calorico, per 100 g circa 33 calorie e hanno un alto contenuto di acqua. Sono ricche di fibre, ferro, calcio, fosforo, magnesio, zinco, vitamina C, K e soprattutto potassio.

Basta bietole a costa larga lesse e insipide, ecco come rendere onore con gusto a questa verdura spesso sottovalutata con 2 ricette sfiziose

Grazie a questi incredibili nutrienti sarebbe utile a diminuire il senso di fame, donando una sensazione di sazietà, indicato anche a chi segue una dieta dimagrante. Sarebbe anche in grado di ridurre i livelli di glucosio e gli antiossidanti la renderebbero adatta a prevenire l’invecchiamento, mantenendo in salute pelle e capelli.

Per mettere in tavola questa verdura, potremo creare ricette più originali che rendono giustizia alle bietole, più saporite e sfiziose, senza per forza fare una frittata monotona.

Per un contorno o antipasto da capogiro, basterebbero pochi ingredienti per arricchire e insaporire le bietole.

Quindi, recuperiamo i seguenti elementi per 4 persone:

  • 500 g di bietole sbollentate;
  • 100 g di pane raffermo;
  • 100 g di mandorle tritate;
  • aromi vari (erba cipollina, timo, peperoncino);
  • 2 spicchi d’aglio;
  • olio extravergine d’oliva e sale.

Tagliamo a piccoli cubetti il pane, saltiamolo in padella con un filo d’olio e un trito di erbe aromatiche, finché non diventerà dorato e croccante e mettiamolo di lato.

Tostiamo le mandorle per pochi minuti in padella, o al forno, appena pronte aggiungiamole al pane preparato precedentemente.

Nel frattempo, tagliamo le bietole sbollentate, facciamole a pezzi e aggiungiamole a un soffritto con aglio, olio e peperoncino. Per renderle ancora più saporite mettiamo pure un paio di filetti di acciuga, saltiamo il tutto per 5 minuti e versiamo nel piatto da portata, decorato, solo alla fine, con il pane e le mandorle tostate.

Un secondo

Basta bietole a costa larga lesse e insipide, piuttosto prepariamo una ricetta veloce per un secondo ricco e gustosissimo a base di pesce spada. Realizzarlo è molto semplice, basta acquistare 4 fettine di pesce molto sottili, per realizzare 4 involtini. Prepariamo la farcitura mettendo in un contenitore:

  • 70 g di capperi sotto sale tritati;
  • 400 g di bietola sbollentata a pezzetti;
  • 100 g di noci;
  • 200 g di pangrattato;
  • un’arancia spremuta;
  • sale, olio e aromi.

Facciamo dei classici involtini, inserendo dentro la farcitura e sigilliamo con spago da cucina o stuzzicadenti. Infine, mettiamo al forno su una teglia foderata con un filo d’olio e facciamo cuocere per 20 minuti circa a 180° C.

Lettura consigliata

Ecco 3 ricette semplici per cucinare i carciofi in maniera diversa per non mangiarli sempre bolliti, alla giudia o alla romana

Consigliati per te