Attenzione alle abitudini sbagliate per non avere mai più uno smartphone sporco

smartphone

Il Covid-19 ha reso tutti consapevoli di quanti germi, sporcizia, batteri si possano fermare sulle superfici degli oggetti. Telefoni cellulari, tablet, smartphone sono le categorie più a rischio. La modalità “touch “ha incrementato l’uso delle dita e inevitabilmente ha generato maggiori possibilità di contaminazione.

Portati nelle tasche di cappotti e borse, poggiati su qualsiasi superfice, toccati continuamente da dita sporche e poi avvicinati alla bocca. Gli smartphone sono soggetti all’attacco batteriologico e contemporaneamente veicolo.

Una pulizia continua del cellulare può davvero potare all’avvilimento. Specialmente nella condizione in cui la tecnologia è usata per lavorare e mantenersi in contatto. Eppure ci sono delle abitudini, più specificatamente errori, che se modificati riducono i rischi. Attenzione alle abitudini sbagliate per non avere mai più uno smartphone sporco.

Cosa evitare assolutamente

Dove tenere il telefono cellulare. Spesso, senza fare attenzione, il cellulare entra a contatto aree non sicure. Tra questi ci sono bagni, ripiani della cucina, tavola da pranzo, tavoli e banconi di bar e ristoranti. Quindi, il primo errore da non fare è posare temporaneamente il telefono ovunque capiti. Tutte queste zone “sporche” sono da evitare, così come cucina, tavolini, tovaglioli, che andranno a contatto con la bocca.

Nel caso si sia obbligati a mangiare o consumare alimenti fuori di casa, è bene non utilizzare il cellulare. A volte non ci si accorge di toccare lo smartphone durante la consumazione e poi toccare il cibo.

Toccare il cellulare e poi toccarsi il viso è un’altra abitudine cattiva che deve essere controllata. I germi passano dalle superfici al naso, alla bocca e viceversa con grande facilità.

Un altro errore che possibilmente oggi non si fa più è quello di prestare il proprio cellulare a terzi. Potrebbe apparire scortese all’altra persona. Ma se nell’immediato non si può subito sanificare il telefono, non c’è necessità di sentirsi in colpa.

Attenzione alle abitudini sbagliate per non avere mai più uno smartphone sporco

Prima degli ultimi 9 mesi nessuno forse aveva pensato alla pulizia del telefono. Oggi si usano schermi protettivi e spray igienizzanti. Per quanto riguarda la pulizia del cellulare dovrebbe essere fatta ogni volta che si rientra da fuori. Seguendo i consigli della Medical University of South Carolina, cellulare e mani vanno lavati come prima cosa.

Bisogna procedere nel modo giusto: una volta tornati a casa, lavarsi attentamente le mani e successivamente prelevare il cellulare senza toccarlo direttamente. In seconda istanza spegnere il cellulare e utilizzare un panno in microfibra asciutto.

Per la parte della sanificazione, bisognerà seguire le indicazioni riportate dal produttore. Alcuni cellulari hanno schermi sensibili a detergenti, alcool e aceto. Può essere comunque sufficiente un panno leggermente umido di acqua e sapone neutro.

Consigliati per te