Attenzione a tenere i soldi fermi sui conti correnti

soldi

I dati pubblicati dall’Abi fanno un quadro preciso della situazione bancaria degli italiani. La liquidità ferma su conti e depositi tocca i 1.672,86 miliardi.  Attenzione a tenere i soldi fermi sui conti correnti. Purtroppo, i risparmi immobilizzati in strumenti infruttiferi perdono valore nel tempo.

Indice dei contenuti

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Facciamo un esempio per capire meglio

Prendiamo a riferimento, ora, la media dell’indice dei prezzi al consumo degli ultimi 20 anni fissato a 1,7%. 5mila euro depositati nel 2000 su un conto corrente di qualunque istituto bancario, oggi varrebbe 3.569 euro. Stiamo parlando, nell’arco di tempo, preso a riferimento di un 30% circa in meno. Avere i soldi fermi su un conto corrente ha costi fissi da pagare alle banche. Una famiglia media, oggi, spende 146 euro all’anno per tenere aperto un conto corrente. Nel 2010, la stessa famiglia spendeva 94 euro.

A conti fatti, il danno economico aumenta perché aggiungendo questi costi, la giacenza diminuisce ancora di più. Ma non è finita perché va calcolato, inoltre, il mancato guadagno.

Infatti, il non aver investito la somma ferma sul conto corrente ha generato un mancato tornaconto. Negli ultimi 20 anni, azioni e obbligazioni hanno offerto un rendimento reale. Logicamente, va al netto dell’inflazione, rispettivamente su base annua del 5,20% e del 2%.

Aumentata la liquidità

Il coronavirus ha accentuato la paura di spendere. Gli italiani hanno pensato bene di conservare i soldi per l’incertezza del contesto storico. A febbraio la liquidità in banca è aumentata di 21 miliardi. Con il lockdown, infine, l’incremento è stato più del doppio. Poi a giugno, con la ripresa delle attività, il saldo delle giacenze dei depositi bancari è sceso.

In estate, di conseguenza, le famiglie hanno riversato sui conti altri 37,16 miliardi. In tutto ciò, le banche sono le uniche a sorridere. Gli istituti di credito in sette mesi si sono ritrovati con una liquidità maggiore di 109,69 miliardi. Il saldo è di 1.672,86 miliardi. Chi ha lasciato i propri risparmi fermi sul conto corrente ha perso  una bella fetta dei rendimenti offerti dai mercati.  Dunque, attenzione a tenere i soldi fermi sui conti correnti, i propri risparmi non vanno abbandonati.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te