Arriva l’assistenza fiscale a distanza per i contribuenti. Accesso semplice e veloce

dichiarazione dei redditi

Il coronavirus sta ristabilendo non solo il calendario fiscale, ma anche l’operatività del Fisco stesso. Arriva l’assistenza fiscale a distanza per i contribuenti che devono presentare la dichiarazione dei redditi, il 730 e richiedere l’ISEE. Come funziona questa nuova modalità? Nel recente decreto liquidità sono presenti delle nuove linee guida per l’assistenza da remoto dei numerosi cittadini contribuenti che devono onorare gli impegni col fisco. L’emergenza sanitaria impone un ulteriore rispetto del distanziamento sociale. Pertanto, si procederà a mettere in pratica tutte le modalità necessarie per garantire la sicurezza del singolo in ottemperanza alle prescrizioni imposte dal decreto.

Come funziona la nuova assistenza

Già in precedenza era stata data la notizia del posticipo sulla presentazione della dichiarazione dei redditi 2020. La scadenza del 730 slitta al 30 settembre per ovviare all’impossibilità di osservare le date precedentemente fissate. Non si conoscono ancora i tempi di ripresa della vita “normale”, ma sicuramente si agisce in maniera da evitare assembramenti e promiscuità spaziale. Da ora tutti i contribuenti potranno rivolgersi al Caf o al commercialista mediante strumenti telematici. Questo significa che tutti coloro che hanno bisogno di assistenza per compilare il 730 o altri documenti fiscali, potranno farlo senza spostarsi da casa. Arriva l’assistenza fiscale a distanza per i contribuenti e molti si domandano come poterne beneficiare.

Come autorizzare il Caf o il commercialista?

La risposta è molto semplice. Affinché un contribuente riceva la dovuta assistenza, sarà necessario recapitare all’intermediario una delega per l’accesso ai dati. La delega potrà essere stilata in carta semplice ed inviata tramite foto o scansione al consulente. Sono ammessi anche video realizzati dallo smartphone o e-mail che autorizzino l’incaricato ad assolvere al compito. Naturalmente, si tratta di un provvedimento autorizzato in ragione dell’emergenza sanitaria. Quando il blocco da Covid-19 sarà terminato, sarà bene che il contribuente si rechi di persona presso il proprio consulente con tutta la documentazione necessaria.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te