5 trucchi per capire quando raccogliere le angurie e 3 modi originali per servirle

anguria

Il caldo di questi giorni sta portando a maturazione alcune bontà del nostro orto, come le angurie. Tuttavia, è importante capire “il” momento giusto della raccolta, per assicurarsi di portare a tavola un frutto ricco di gusto e di nutrienti. Se acerbo, infatti, manca di sapore e di profumo, la polpa è povera di succo e, nel caso dell’anguria, di colore bianco, molle e farinosa.

Vediamo allora quali elementi considerare per non sbagliare, ecco 5 trucchi per capire quando raccogliere le angurie e 3 modi originali per servirle.

Illustriamo i primi segreti per capire quando un’anguria è matura

Un primo elemento riguarda sia il picciolo del cocomero che la foglia più vicina, ad esso attaccata. La fogliolina dovrà risultare completamente secca e avvizzita. Parimenti il picciolo dovrà apparire molto secco, al limite del suo naturale distaccamento dalla pianta.

Altrettanto importante è l’osservazione dei viticci. Si tratta di quei filamenti con la punta a spirale che servono all’ortaggio per aggrapparsi all’erba, alle pietre e quant’altro possa valere come àncora. Se il viticcio risulterà secco fino alla sua base, vuol dire che i tempi della raccolta sono maturi.

Anche il suono che emette il frutto vale come indicatore. Dando dei colpetti sulla buccia, dovrà venire fuori un suono cupo, vuoto. Di contro un suono pieno sta a significare che il frutto è ancora in fase di maturazione, se non  proprio acerbo.

Il momento della raccolta

Per molti frutti e ortaggi si osserva la buccia per comprendere se sono pronti per il raccolto o meno. Pensiamo a quando il pomodoro da verde-acerbo diventa rosso-vivido.

La cosa non altrettanto facile con il cocomero. Tuttavia, l’esperienza e l’osservazione aiutano ad individuare alcuni piccoli trucchi.

Il primo suggerimento è quello di osservare la parte dell’ortaggio nel lato in cui poggia sul terreno. Quando il frutto è maturo, essa deve tendere al giallo.

In secondo luogo, proviamo a scalfire questa parte con le unghie. Se l’operazione risulterà fattibile, vuol dire che l’anguria è matura. Viceversa quella acerba ha una buccia più ruvida e dura.

5 trucchi per capire quando raccogliere le angurie e 3 modi originali per servirle

Avevamo già illustrato due modi originali e creativi di tagliare e servire l’anguria e lasciare tutti a bocca aperta. Adesso ne aggiungiamo un altro, molto semplice, pratico e veloce.

Prendiamo un’anguria e la tagliamo esattamente a metà, poi una delle due parti la poniamo su un bel piatto da portata.

Adesso togliamo dapprima la punta, poi effettuiamo dei tagli verticali in entrambe le direzioni. In questo modo otterremo dei parallelepipedi (stabiliamo noi la grandezza) da prendere per la buccia e consumare.

Approfondimenti

Trucchi per una conserva di pomodori a pezzettoni fatta in casa, facile ed economica.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te