5 mosse per avere il vostro sapone fatto in casa

sapone

Il sapone fatto in casa profuma di tradizione. Avere il vostro sapone fatto in casa è più facile di quello che si può pensare, e permette di essere consapevoli del prodotto con cui ci laviamo tutti i giorni. Nessun elemento chimico, né pericoli: una ricetta semplice e che affonda le radici negli anni delle nostre nonne. Ecco quindi 5 mosse per avere il vostro sapone fatto in casa.

Indice dei contenuti

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Armatevi di soda caustica

Senza soda caustica non vi sarà possibile avere il vostro personale sapone fatto in casa. La saponificazione casalinga permette di conservare nel prodotto finito la glicerina che nasce dalla reazione dei grassi. Questo elemento rende il sapone gentile con la pelle. E quella materia grassa viene trasformata in sapone proprio grazie all’azione della soda caustica, diluita in un po’ di latte, succo di frutto o infusi di erbe.

Maneggiare la soda caustica può essere rischioso: assicuratevi sempre di esser molto cauti e indossate occhialini da piscina per proteggere gli occhi, guanti di gomma e un foulard intorno al naso e alla bocca!

Aggiungete degli oli

Da aggiungere al sapone, potete scegliere tutti gli oli  che più vi piacciono, guardando anche alle loro proprietà nutrienti ed emollienti. Il dosaggio deve essere deciso, e lasceranno sul vostro corpo il profumo che preferite!

Cosa vi serve per fare il sapone in casa

Sarà la cucina il vostro laboratorio per creare il sapone fatto in caso. Procuratevi una bilancia, dei cucchiai di legno, una caraffa in pyrex dove diluire la soda, un termometro da forno, un frullatore, una pentola di acciaio inox e un contenitore di plastica robusta da usare come stampo. L’importante è che ognuno di questi strumenti resista a temperature di 90-100 gradi e non sia attaccabile dalla soda.

Diffidate da prodotti in ferro, stagno e rame! Puntate piuttosto sull’inox, il legno, il pyrex e l’acciaio.

La ricetta del sapone fatto in casa

Il metodo più semplice per produrre il sapone è quello a freddo che sfrutta il calore naturale emesso dalla reazione tra grassi e soda caustica. Indossate quindi le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nella caraffa con il liquido che avete scelto (non versate prima la soda e poi il liquido, può essere rischioso!).

Mettete nella pentola i grassi e fateli scaldare sul fornello, e quando raggiungono i 50 gradi, versate la soluzione di soda nella pentola e mescolate il tutto con il frullatore.

Quando la miscela sarà abbastanza densa, vuol dire che sarà arrivato il momento degli oli. Dopo una mescolata finale, versate il sapone nel contenitore per dargli forma e lasciatelo riposare per un giorno, coperto da una vecchia coperta. Toglietelo sempre con i guanti dallo stampo e tagliatelo in pezzi. Sarà pronto all’uso dopo 4 o 5 settimane.

Godetevi il vostro sapone!

Dopo un mese, ecco che il vostro sapone fatto in caso sarà pronto! Potrete finalmente godere dei profumi che voi stessi avete scelto, sfruttando le proprietà dei vostri oli preferiti, con la soddisfazione che quella è tutta opera vostra!

Seguite quindi queste 5 semplici mosse per avere il vostro sapone fatto in casa e non rimarrete deluse!

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te