4 errori da evitare che rovinano senza saperlo il minestrone perfetto 

minestrone

Il minestrone perfetto è una mescolanza di colore, sapori e profumi invitanti. Col freddo, tornare a casa e ristorarsi con un piatto fumante di verdure e legumi non può che dare sollievo. Inoltre, per preparare un minestrone non è necessario avere ingredienti specifici. Sarà sufficiente lasciarsi ispirare da ciò che offre la natura o dal proprio frigorifero.

Perché in realtà il minestrone è tutt’altro che un piatto noioso. La ricchezza di verdure, il proprio legume preferito, erbe aromatiche e qualche accorgimento ne fanno il re dell’inverno.

Se i bambini non amano vedere le verdure, si può sempre ricavarne una vellutata.

Tuttavia, per quanto il minestrone sia facile da preparare e anche facile rovinarlo. Poiché non si tratta di un minestrone surgelato già pronto, ma di un atto di creatività culinaria. Presentiamo i 4 errori da evitare che rovinano senza saperlo il minestrone perfetto rendendolo banale.

La scelta degli ingredienti

Proprio perché si parla principalmente di verdure, selezionare quelle “giuste” è basilare.

L’errore più grande che si possa fare nella scelta delle verdure è prendere quelle fuori stagione. Il pomodoro è sempre gradito e dà sapore, mentre l’amatissima melanzana è sempre in mezzo.

Eppure sia uno che l’altro, come può essere per le zucchine, sono tutti fuori stagione. In inverno si producono altrettante ottime e gustose verdure. Si rischia di comprare verdura coltivata in serra, piena di sostanze che non fanno bene all’organismo e per giunta senza sapore. Quindi meglio optare per zucca, bietole, rape, cavoli, carote, cipolle e molto altro.

Per continuare la classifica degli errori, come devono essere tagliate le verdure? Non basta mettere tutto insieme perché ogni verdura ha una cottura e una consistenza differente. È bene tagliare più piccola quella che ha una cottura più lenta, più grande quella con cottura più veloce. Così non si rischia di avere verdure scomposte e altre crude.

4 errori da evitare che rovinano senza saperlo il minestrone perfetto

Per un minestrone perfetto si inizierà sempre con un soffritto. Due cucchiai di olio d’oliva (o altro) o se si preferisce del burro, l’importante è far sfrigolare la cipolla o il porro per qualche minuto prima di aggiungere il resto delle verdure. Al soffritto si può aggiungere anche del pepe o delle spezie in polvere. La pancia e l’olfatto ringrazieranno.

Poi non c’è limite alla fantasia. Se si pensa che il minestrone sia una zuppa anonima e insapore è perché non se n’è mangiato mai uno fatto come si deve. Il sapore è dato dalla mescolanza delle verdure, dagli immancabili legumi e in fine dagli ingredienti segreti: croste di parmigiano, erbe aromatiche fresche, un pezzo di zenzero fresco. Con poco si ottiene un piatto gourmet che riscalda il cuore.

 

Approfondimento

Il piacere della torta di carote e mandorle per un morbido sogno di dolcezza e 280Kcal

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te