3 dei panorami più belli d’Italia visti da una città leggendaria dalle mille contraddizioni, ricca di storia, musica, colori e tradizioni

napoli

Napoli è senz’altro una delle città più affascinanti del Mondo. Detto fascino non proviene solo dalla sua conformazione geografica, che la vede schiacciata tra due colline, una montagna e il mare. Essa è tale anche per la sua storia e tradizioni, musiche e colori. Non a caso, è stata la terra che ha ispirato grandi menti e artisti come il Boccaccio, Giordano Bruno, il Caravaggio. Poi anche Torquato Tasso, Luca Giordano, Pier Paolo Pasolini, Enrico Caruso, Totò, Massimo Troisi, Eduardo De Filippo, Lucio Dalla, Pino Daniele. Ma, questi, sono soltanto alcuni di un lungo elenco.

A Napoli hanno gettato le proprie radici le più grandi civiltà della storia: da quella greca a quella romana. Su di essa, poi, hanno dominato Normanni, Svevi, Angioini e Aragonesi, convinti che il pericolo non provenisse dall’esterno ma dalla città stessa. Infine, è situata in posizione strategica al centro del Mediterraneo, con uno dei porti commerciali tra i più floridi del Mondo antico.

I meravigliosi panorami mozzafiato

Ebbene, nella città di santi ed eroi, ma anche di ladri e camorra, troviamo 3 dei panorami più belli d’Italia. Il primo è quello che si può scorgere dal Piazzale di San Martino, che apre lo sguardo a tutta la città. Esso è collocato davanti alla celebre Certosa, sulla collina del Vomero. Dall’alto di una panchina o di un muretto, potremo ammirare i luoghi più caratteristici della città: dal campanile di Santa Chiara a Spaccanapoli. Tale è una strada netta e definita, che taglia la città in due parti, fino al Centro Direzionale. Poi, per una visuale più completa, potremo salire sugli spalti di Castel Sant’Elmo. Il suo ingresso si trova proprio a qualche metro dal Piazzale di San Martino.

Il secondo panorama dei 3 tra i più belli d’Italia è quello dell’Eremo dei Camaldoli, davvero spettacolare nel suo punto più alto. Qui troveremo il Belvedere, situato all’esterno della chiesa cinquecentesca e da questo punto potremo godere di una visuale spettacolare dell’intera città. Ma non è finita qui.

3 dei panorami più belli d’Italia visti da una città leggendaria dalle mille contraddizioni, ricca di storia, musica, colori e tradizioni

Sempre dall’Eremo dei Camaldoli, possiamo ammirare il Vesuvio, il lungomare ma anche il centro storico, la Penisola Sorrentina e Capo Posillipo. Ancora, dall’alto, si estenderanno dinanzi a noi anche le tre isole del golfo, ossia Ischia, Procida e Capri. Infine il Vomero, i quartieri di Fuorigrotta, Soccavo, Agnano, Pozzuoli e i Campi Flegrei.

Il terzo tra i panorami illustri si trova a Posillipo ed è la terrazza di Sant’Antonio. Da lì, la vista di una Napoli da cartolina si accompagna alla suggestione delle “tredici scese”, le rampe che collegano Posillipo a Mergellina. Il panorama è dei più simbolici della città, poiché vi si possono ammirare il Vesuvio, che si affaccia sul golfo, poi il Castel dell’Ovo che giace sul mare, la Riviera di Chiaia e il lungomare, dove mare e cielo sembrano confondersi.

Lettura consigliata

Meravigliosa e sempre baciata dal sole, scopriamo quest’isola nel cuore del Mediterraneo da visitare quasi tutta a piedi

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te